Angeli Berici per la Chirurgia Pediatrica Onlus

L’associazione “Angeli Berici per la Chirurgia Pediatrica Onlus” nasce per iniziativa di genitori, parenti e amici dei piccoli pazienti curati presso la Chirurgia Pediatrica di Vicenza. Rendendosi conto dell’alto livello tecnologico con il quale lavora il personale medico ed infermieristico del reparto e della particolare umanità e sensibilità dimostrata nei confronti dei piccoli pazienti, l’associazione ha deciso di supportare economicamente la Chirurgia Pediatrica di Vicenza, considerato un reparto all’avanguardia in Italia e in Europa acquistando direttamente le apparecchiature più sofisticate e talora molto costose. Inoltre, l’associazione aiuta le famiglie più bisognose e finanzia borse di studio a sostegno di attività come la psicologa e la psicomotricista. La Chirurgia Pediatrica di Vicenza è uno dei pochissimi reparti in Italia nel quale vengono operate con Chirurgia Mininvasiva tutte le maggiori malformazioni neonatali congenite: polmonari toraciche (ad Es. l’altresia dell’esofago), gastrointestinali (es. atresie duodenali e intestinali e malformazioni ano-rettali) e renali (es. idronefesi e altre). Il tutto con un ulteriore valore aggiunto dato dall’utilizzo delle metodiche non invasive, elemento anche questo che pone la Chirurgia Pediatrica del S. Bortolo tra i centri di eccellenza, considerando che sono pochissime le Chirurgie pediatriche in grado di operare in laparoscopia anche i neonati (solo il 5% in Europa e appena il 3% in Italia). Un reparto che si inserisce, va ricordato, in un contesto di alto livello per tutto ciò che riguarda la presa in carico del bambino e del neonato in particolare.

Complessivamente ogni anno ci sono circa 1.500 gli interventi svolti nella Chirurgia Pediatrica del S. Bortolo, di cui circa 150 su neonati. Circa 500 riguardano inoltre pazienti provenienti da altre ULSS e da altre regioni. Ad eccezione – ovviamente – degli interventi di chirurgia plastica e di quelli minori, tutti gli interventi vengono eseguiti in laparoscopia, incluse le urgenze (ad esempio le appendiciti e le occlusioni intestinali) e quelli a seguito di traumi.

A questi numeri si aggiungono inoltre quelli dell’attività ambulatoriale, anche questa altamente specialistica, con circa 7.000 visite l’anno; inoltre, la Chirurgia Pediatrica del S. Bortolo è anche Centro di Riferimento unico a livello regionale per la Cura e il Trattamento delle Spina Bifida.

Grazie al contributo di IDIS (CAR & GOLF), di varie associazioni, di aziende e privati cittadini coordinati da “Angeli Berici per la Chirurgia Pediatrica Onlus” sono state donate al reparto:

2018 nuova colonna laparoscopica, completa di tutte le attrezzature “su misura” necessarie per intervenire con le modifiche mininvasive sui neonati con tecnologia 3D del valore di oltre 150 mila euro. È una dotazione davvero all’avanguardia che consente un livello ancora superiore di precisione e accuratezza negli interventi correttivi delle malformazioni congenite. Tale colonna completa di strumentazioni molto avanzate permette:

  • insufflaggio di Co2 a bassissima pressione
  • l’illuminazione delicata e atermica specifica, per non rischiare di danneggiare la pelle
  • visione 3D ad altissima definizione che permette alta precisione nell’operare solo l’organo bersaglio, scongiurando così il rischio di lesionare le strutture adiacenti

2018 Apparecchio per Laser terapia completo di sonde di varie misure anche per neonati da utilizzare per il trattamento di tutte le lesioni cutanee superficiali e profonde: angiomi, linfangiomi, malformazioni vascolari complesse e persino cicatrici deturpanti che grazie a tale metodica vengono mitigare e migliorate

2019 Apparecchiatura per Ozonoterapia Pediatrica. Questa apparecchiatura consente di ricavare dall’ossigeno l’ozono, che viene quindi infuso nel paziente in prossimità delle aree infiammate. L’ozono infatti ha una potentissima azione rigenerativa e “riossigenante”, ovvero fa arrivare più ossigeno ai tessuti infiammati, accelerando il processo di guarigione. Viene utilizzato abbastanza comunemente nei pazienti adulti, mentre nei pazienti pediatrici questa metodica è più rara. Il grande vantaggio consiste nella possibilità di utilizzare un elemento del tutto naturale e privo di effetti collaterali, in sostituzione parziale o totale dei trattamenti tradizionali delle infiammazioni, che sono a base di cortisone o altri farmaci. Per ovvie ragioni questo è molto utile, soprattutto nel caso di pazienti con problematiche infiammatore di tipo cronico e che dunque devono reperire in modo continuativo i trattamenti.

2019/2020 l’Associazione ha stanziato circa 60.000 euro per implementare tecnologicamente la sala operatoria. Tale donazione permetterà di eseguire interventi di chirurgia open e mininvasiva con l’ausilio di un innovativo sistema video da integrare a quello già esistente migliorando la qualità degli interventi, l’ergonomia degli operatori, e soprattutto renderà possibile effettuare in streaming corsi live direttamente dalla sala operatoria della Chirurgia Pediatrica. Il materiale acquistato dalla ditta Storz giace in magazzino, causa fermo COVID-19, ma sarà presto installato.

Tra i progetti futuri è prevista la creazione di una “Recovery Room Pediatrica”

Considerando che i bambini sono creature fragili, essi lo diventano ancor più quando sono sottoposti a cure o ad interventi chirurgici potenzialmente dolorosi in cui fine, a differenza degli adulti, spesso non capiscono. Inoltre, l’accompagnamento in sala operatoria rappresenta per loro ad un momento di criticità importante legato al distacco dai genitori sebbene per poco tempo. Da qui l’esigenza di creare una struttura intermedia tra reparto di chirurgia pediatrica e sala operatoria che permetta l’addormentamento ed il risveglio del bambino in braccio ai genitori. Questa struttura, già presente nella maggior parte dei grossi ospedali pediatrici del mondo viene denominata “Recovery Room”.

Si tratta di un ambiente attrezzato con apparecchiature multi-paramediche, dedicato a ricevere il bambino prima e dopo l’intervento chirurgico, accompagnato dai propri affetti, con un impatto meno traumatico per lo stesso pazientino e per i genitori, che potrebbero vedere il proprio piccolo fino all’addormentamento e accompagnarne il risveglio.

Pertanto, sarebbe veramente un sogno concretizzare la realizzazione di questo importante progetto che per la Chirurgia e Urologia Pediatrica di Vicenza rappresenterebbe il completamento di un reparto all’avanguardia.

Il presidente 

Alberto Corrà 

Car & Golf Newsletter

captcha 

Share Car & Golf

FacebookMySpaceTwitterDiggDeliciousStumbleuponGoogle BookmarksRedditNewsvineTechnoratiLinkedinRSS FeedPinterest

Contatti Car & Golf

IDIS Iniziative di Solidarietà Sociale
Via Annibale Da Bassano, 39 - 35135 Padova
Tel. +39 049 611924 - .